Come diventare istruttore di tennis

In tutti gli sport l'impegno e la passione sono le basi per arrivare lontano e conseguire ottimi risultati. Per diventare istruttore di tennis bisogna seguire un percorso formativo adeguato. Ecco una guida semplice e utile per sapere come fare.

Se avete la passione per il tennis e volete diventare istruttori di questa disciplina, dovete sapere che c’è un percorso da fare che prevede anche un corso specifico. Cerchiamo di capire qual è l’iter giusto da seguire per poter insegnare.

Come prima cosa, è necessario conoscere bene la tecnica del tennis, conoscere l’attrezzatura sportiva da utilizzare e aver praticato questo sport al punto da poterlo insegnare ad adulti e bambini.

L’istruttore non deve conoscere solo la tecnica ma deve anche essere in grado di comunicare con i suoi allievi nel modo giusto, attirare la loro attenzione, soprattutto quella dei bambini, e indirizzarli verso la pratica dello sport.

COSA FARE PER AVVIARSI ALLA CARRIERA DI ISTRUTTORE DI TENNIS?

Il tennis è uno sport molto apprezzato e praticato da persone di ogni età e sesso. Ogni anno sempre più appassionati di questa disciplina decidono di intraprendere il percorso per diventare istruttori: c’è chi lo fa come seconda attività e chi invece decide di farlo diventare un vero e proprio lavoro, facendo carriera.

Per diventare istruttore di tennis occorre studiare, impegnarsi e seguire un percorso preciso di media-lunga durata, seguendo dei corsi specifici che devono essere riconosciuti dalla Scuola Nazionale Maestri della Federazione Italiana Tennis.

COME PARTECIPARE E A COSA SERVE UN CORSO?

Per trovare i corsi sicuramente riconosciuti, bisogna rivolgersi ad associazioni o istituzioni sportive italiane e avere i requisiti indicati dal bando. Non è obbligatorio avere la laurea in Scienze Motorie a condizione che si abbia preso parte a livello agonistico a campionati di tennis regionali e nazionali ottenendo buoni risultati.

Le associazioni come la UISP hanno dei regolamenti molto rigidi per la formazione dell’istruttore di tennis che non deve solo acquisire, durante il percorso, la qualità tecnica, ma deve poter dimostrare di essere un bravo tecnico-educatore.

I corsi hanno l’obiettivo di formare sulla disciplina sportiva, dare un’alta qualificazione tramite l’ottenimento di titoli specialisti e trasmettere competenze educative, organizzative e gestionali, oltre che tecniche.

COME FUNZIONANO I CORSI DI SPECIALIZZAZIONE PER ISTRUTTORE DI TENNIS?

Sono a disposizione due tipi di corsi: il primo permette di lavorare solo nella propria regione, il secondo invece in tutta Italia. Il corso regionale va seguito durante i fine settimana e dura 54 ore, è possibile fare domanda al comitato della propria regione dopo aver compiuto 18 anni.

L’esame per il superamento del corso prevede una tesina, una prova orale e una prova scritta. In caso di esito positivo, l’attestato sarà valido a livello nazionale e si verrà iscritti automaticamente all’albo.

Il corso nazionale ha una durata di 80 ore, l’età minima per prendervi parte è di 21 anni e richiede anche punti di formazione e di servizio. La domanda va inviata alla sede di formazione nazionale e sarà necessario rinnovare annualmente il tesserino da tecnico.

Ci sono diversi livelli di qualifica per gli insegnanti di tennis:

  • Istruttore di primo grado
  • Istruttore di secondo grado
  • Maestro nazionale
  • Tecnico nazionale.

Per conoscere tutte le informazioni relative ai suddetti livelli di qualifica consigliamo di visitare il sito ufficiale di Federtennis.

Se ti è piaciuto questo articolo votaci cliccando sul link di seguito. Te ne saremo molto grati! Sostieni la diffusione del grande padel.
Vota per PadelNews su Blog dell’Anno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui