Storia del Padel. Come e quando nasce il gioco del Padel

Il Padel è un gioco molto amato: come è nato?

Il Padel è il vero fenomeno sportivo del momento: oltre a essere molto divertente, sta prendendo velocemente piede perchè può essere praticato da donne e uomini di tutte le età e condizioni fisiche. Inoltre, cosa che non guasta, non richiede una grossa spesa.

Col diffondersi dei campi coperti, può essere praticato sia all’aperto che indoor, permettendo agli appassionati di giocare in tutte le stagioni. Ma come è nato il Padel? Quali sono le sue origini?

LA STORIA DELLA NASCITA DEL PADEL

Come abbiamo visto in questo articolo esistono molte storie sull’origine di questo sport. Una sola però è la versione ufficiale del Padel come lo conosciamo oggi, e risale agli anni 70.

Siamo in Messico, dove Enrique Corcuera, appassionato di tennis, decise di sfruttare lo spazio disponibile nella sua residenza per costruire un campo. Resosi conto che non aveva uno spazio abbatsanza grande, perchè delimitato dai muri, si fece venire un’idea brillante per ovviare a questo probema.

Enrique non si arrese, e per realizzare il suo sogno decise di creare un’area di gioco ridotta e circondata da una recinzione. In questo modo la pallina non poteva uscire dal campo, e restava sempre in azione. Fu proprio la moglie di Corcuera a organizzare le regole di questo nuovo gioco mettendole nero su bianco.

Riportiamo un articolo di approfondimento tutto dedicato sulle principali regole del padel

LA DIFFUSIONE DEL PADEL IN SPAGNA

Il Padel dunque nasce in Messico, ma rapidamente arriva a diffondersi soprattutto in Argentina dove viene accolto con un entusiasmo incredibile, per conquistare buona parte del centro e sud america.
Fu negli anni ’80 che il Padel espatriò in europa, e nello specifico in Spagna, che ancora oggi è il Paese europeo con maggior diffusione.

Perchè proprio la Spagna? I motivi furono due: il primo fu per l’alta concentrazione di argentini espatriati in questo Paese, che importarono questo sport così divertente. C’è però anche una storia affascinante ( come abbiamo visto sulla nascita del Padel circolano moltissimi aneddoti! ). Secondo questa versione, Corcuera, che era un personaggio di una certa ricchezza e influenza, invitò a casa sua l’imprenditore principe spagnolo Alfonso Hohenloe, con cui aveva un legame di amicizia.

I due giocarono insieme a questo nuovo gioco, e il principe apprezzò il Padel a tal punto che al suo rientro decise di costruire dei campi, consentendo la diffusione dello sport in Spagna.

IL GIOCO DEL PADEL NEL MONDO

La nascita del Padel in Europa si deve dunque al principe Alfonso, che fece costruire il primo campo di Padel spagnolo nel circolo del suo hotel di Marbella, dove gli ospiti di passaggio si incuriosirono e innamorarono velocemente di questo gioco.

Una curiosità è che gli argentini che vivevano in spagna, si innamorarono a tal punto del Padel da tornare in patria per contribuire alla diffusione, grazie anche alla costruzione di campi pubblici per la pratica di questo sport.

Inizialmente il Padel era considerano uno sport d’elite, apprezzato da turisti americani facoltosi che scelsero d’importarlo in USA, dove furono costruiti diversi campi. Questo solo fino all’inizio delgli anni ’80: nel periodo successivo la diffusione fu davvero ampia sia negli stati americani che in Europa ( presto arrivò anche in Francia).

All’inizio degli anni 90, il Padel era diventato uno sport ufficale a tutti gli effetti, con la costituzione della Federazione Internazionale di Padel, che avvenne a Madrid il 25 luglio 1991.

Questa data rappresenta uno dei primi passi per l’organizzazione del primo circuito internazionale basato su un vero regolamento del Padel.

IL PADEL IN ITALIA

Il Padel in Italia nasce ufficialmente nel 1991 con la costituzione della Federazione Italiana Gioco Padel (F.I.G.P.), grazie ad alcuni appassionati lo vollero promuovere nel nostro paese, diffondendone l’apprendimento e le regole.

L’anno successivo, nel 1992, il Padel Italiano paretecipa alle competizioni internazionali come gli Europei, la Coppa delle Nazioni e i Mondiali, con una nazionale “ufficiosa”; che sarà riconosciuta solo molti anni dopo.

Il Padel continua a diffondersi, e nel 1995 l’Italia ospita per la prima volta i campionati europei a Milano Marittima, evento che si ripeterò 10 anni dopo, con gli europei di Bologna 2005.

Nel 2008, infine, il Padel viene riconosciuto ufficialmente dal CONI e il Padel è inserito in un suo settore all’interno della FIT (Federazione Italiana Tennis). Nel frattempo, molti campioni dello sport, in particolare calciatori, si appassionano a questo sport, contribuendo alla sua diffusione a livello mediatico: tra questi citiamo Roberto Mancini, Vincent Candela e Francesco Totti, che si è fatto costruire addirittura un campo di Padel nel suo giardino!

Se ti è piaciuto questo articolo votaci cliccando sul link di seguito. Te ne saremo molto grati! Sostieni la diffusione del grande padel.
Vota per PadelNews su Blog dell’Anno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui