Home » Padel Consigli e Approfondimenti » Racchette padel per i principianti: quale scegliere? Consigli e opinioni

Racchette padel per i principianti: quale scegliere? Consigli e opinioni

Se hai iniziato a giocare a padel da poco e ti stai appassionando tanto a questo meraviglioso sport ma non hai ancora le idee chiare su quale sia la racchetta giusta per te, qui troverai le risposte ai tuoi dubbi.

Gioco abbastanza bene a rete e i colpi che uso di più sono il back e il chop. Preferisco la precisione alla potenza. Vale la pena acquistare una racchetta da padel entry level se la mia intenzione è di giocare 2 volte a settimana? Telaio in fibra di vetro o carbonio?

Queste sono solo alcune domande che i nostri appassionati lettori ci pongono. Cercheremo quindi di fare un po’ di chiarezza e spiegare come scegliere la racchetta da padel migliore o più adatta alle esigenze per chi inizia a giocare a padel.

Quali sono le migliori racchette da padel per principianti?

Non è una risposta semplice dal momento che ognuno di noi è unico e diverso sia per struttura fisica che per massa muscolare e particolari attitudini. Queste differenze sono elementi fondamentali quando si è alla ricerca di una racchetta da padel. Non tutte sono adatte a noi.

Esistono però dei principi base che esamineremo e alcuni accorgimenti da considerare per orientarsi nella scelta della racchetta da padel giusta per un principiante.

Qui vi proponiamo alcuni modelli che secondo noi sono l’ideale per un giocatore ancora in fase di apprendimento.

Head Evo Sanyo

Sanyo è il diminutivo del famoso giocatore di padel Carlos Daniel Gutiérrez dal quale questa racchetta prende il nome. Chi è appassionato di padel lo conoscerà certamente e avrà apprezzato le sue prodezze durante il World Padel Tour.

La racchetta è adatta sia a chi si è appena avvicinato al padel sia per chi è un po’ più esperto. Il telaio in carbonio con tecnologia innegra (fibra ad alte prestazioni) rende questa pala estremamente resistente e leggera. Per questo il suo peso (poco più di 300 grammi) è ideale per chi non ha ancora un braccio ben allenato.

La forma è a goccia con bilanciamento medio quindi è ottima per chi esige un buon controllo di palla ma vuole anche tanta potenza in fase d’attacco.

Il nucleo con gomma Soft Foam e il piatto in fibra di vetro aumentano il comfort durante i colpi contribuendo ad una buona uscita di palla anche senza troppa forza.

SpecificheDettagli
FormaLacrima
BilanciamentoMedio
Punto dolceAmpio
TelaioCarbonio
NucleoSoft Foam
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso350/370 gr.

La nostra opinione: Veramente un’ottima racchetta di padel per principianti. Leggera e maneggevole. Tanta potenza e meno vibrazioni, tutte qualità che servono a chi sta imparando a giocare a padel. Se questa racchetta è consigliata da Sanyo Gutiérrez a quei giocatori che hanno iniziato ora a giocare a padel, noi la consigliamo anche per chi vuole osare un po’ di più. Ottimo anche il rapporto qualità prezzo. Attualmente è anche la racchetta più venduta su Amazon, un motivo ci sarà.

PUMA SolarSMASH

Il padel ha conquistato anche PUMA che entrata a testa alta nel mondo del padel con la sua collezione Faster Padel. Tutte le racchette sono di ottima qualità, facendo attenzione ad ogni singolo livello di gioco.

La racchetta SolarSMASH è stata realizzata proprio per i principianti, poiché presenta tutte le caratteristiche che un neofita ha bisogno. In dettaglio questa racchetta è estremamente maneggevole grazie al mix di materiali impiegati per il telaio costruito al 70% in fibra di vetro e al 30% in fibra di carbonio. Ha una forma tonda con bilanciamento medio/basso, ma la sua forza sta nella gomma Eva Soft a bassa densità che garantisce il massimo assorbimento degli urti. I piatti in fibra di vetro conferiscono una buona reattività e uscita di palla.

L’ampio sweet spot (punto dolce) perdona molti colpi non proprio precisi senza appunto produrre fastidiose vibrazioni prima causa di dolori al braccio. E’ dotata anche di un copri testa trasparente che garantisce una buona protezione.

SpecificheDettagli
FormaRotonda
BilanciamentoBasso
Punto dolceAmpio
Telaio70% F.V. – 30% F.C.
NucleoEVA Soft
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso360/370 gr.

La nostra opinione: Consigliatissima quindi per chi vuole il massimo controllo durante il gioco, ma senza rinunciare a sperimentare colpi più avanzati. Infine il rapporto qualità prezzo è notevole. La trovate qui su Amazon o nei negozi specializzati della vostra città sia nella versione per adulti che nella versione Junior come abbiamo scritto qui nel nostro articolo dedicato alle racchette padel per bambini. Mentre per i livelli più avanzati PUMA ha prodotto delle racchette specifiche anche per loro. La SolarAttack ne è un esempio. Qui troverete l’articolo con il nostro test e recensione

Babolat Reflex 2021

Molti giocatori di tennis incuriositi iniziano a giocare a padel incontrando inevitabilmente delle difficoltà. Questa racchetta è stata realizzata proprio per loro cioè per facilitare il passaggio da uno sport all’altro. Tuttavia per la sua caratteristica forma a diamante la consigliamo anche per chi sta già giocando da un po’ a padel ed è intenzionato a comprare una racchetta che possa soddisfarlo pienamente. Ecco perché ora vi proponiamo questo modello con una forma insolita per un principiante.

SpecificheDettagli
FormaDiamante
BilanciamentoMedio (bilanciato)
Punto dolceAmpio e alto
TelaioCarbonio
NucleoEva Soft bassa densità
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso360/370 gr.

La nostra recensione: Non fatevi spaventare dalla sua forma, è la sostanza che conta. Questa racchetta è proprio l’ideale per principianti che vogliono progredire nel gioco, ecco perché ve la proponiamo! Facendo un breve test vi elenchiamo i punti di forza che noi abbiamo apprezzato di più.

Ovviamente precisiamo che sono opinioni soggettive dettate dalla nostra esperienza diretta sul campo e non sono verità assolute. Iniziamo! Abbiamo subito notato che questo modello, reflex della Babolat non è eccessivamente pesante contribuendo quindi ad avere una buona manovrabilità durante il gioco. Ha un punto dolce alto e ampio quindi molto potente nei colpi in fase d’attacco e perdona abbastanza bene colpi non troppo puliti. Molto buono anche il comfort grazie all’utilizzo della gomma Eva a bassa densità nel nucleo. Anche la fibra di vetro sui piatti garantisce una buona uscita di palla.

Abbiamo anche apprezzato le rifiniture e la protezione aggiuntiva sulla racchetta con pellicola trasparente. Infine il rapporto qualità prezzo è ottimo. Quindi se le tue intenzioni sono quelle di continuare a giocare a padel con più assiduità questa è la racchetta ideale.

DROP SHOT KIBO 2.0

Questa racchetta è stata costruita pensando a chi fa del controllo la sua arma migliore. Obiettivo centrato, perché la sua forma tonda e il bilanciamento basso (cioè spostato verso il manico), rendono la Kibo 2 molto leggera e maneggevole.

I materiali impiegati sono un mix di qualità scelti con l’intento di non far aumentare troppo il peso. Il telaio infatti è in fibra di carbonio, materiale estremamente leggero ma allo stesso tempo molto resistente. Nel nucleo troviamo una gomma rigida ma non troppo come la Eva soft ad alta densità. Il rivestimento dei piatti è in fibra di vetro materiale elastico che permette una buona uscita di palla.

SpecificheDettagli
FormaRotonda
BilanciamentoBasso
Punto dolceAmpio
TelaioFibra di Carbonio
NucleoEva Soft alta densità
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso350/370 gr.

Conclusioni: Consigliatissima ai giocatori di padel principianti per diversi motivi: vediamo quali. Abbiamo apprezzato la sapiente miscela dei materiali e delle tecnologie impiegate. La racchetta è molto maneggevole e leggera. Perdona molto soprattutto quei colpi non perfettamente assestati grazie al suo sweet spot ampio. Il punto dolce infatti è una delle caratteristiche che abbiamo apprezzato di più insieme alla tecnologia “Expand hole system” cioè un preciso e ponderato sistema nel posizionare i fori sul piatto della racchetta.

In più la gomma eva soft impiegata nel nucleo attutisce efficacemente le vibrazioni, prima causa di dolori al braccio. Allo stesso tempo la gomma è perfetta perché è un’ottima via di mezzo: non risulta né troppo rigida né troppo morbida. Risultato? Ottimo equilibrio tra potenza e controllo.

Altro particolare che abbiamo molto apprezzato è l’utilizzo del Grip Channel in silicone. Tecnologia applicata ai piatti ricoperti con particelle acriliche per facilitare colpi ad effetto durante le fasi di gioco. Il rapporto qualità prezzo? Uno così non l’abbiamo mai visto prima!

Black Crown Wolf

Qui siamo di fronte ad una racchetta molto particolare riguardo la forma. Molti concordano che sia una ibrida poiché è una via di mezzo tra una racchetta tonda e una a lacrima.

Si tratta di una racchetta dalle mille qualità, vediamo altri dettagli. Dando uno sguardo più da vicino ci siamo accorti che oltre la forma anche il telaio con cui è costruita è molto particolare.

Infatti monta un telaio tubolare in fibra di carbonio rinforzato con fibra di vetro. Quindi risulta molto leggera e molto resistente. Il nucleo è costituito da gomma eva soft quindi morbida ma non eccessivamente. I piatti sono in fibra di vetro. Sommando tutti questi materiali la racchetta raggiunge un buon peso che varia tra i 350 e 370 gr.

SpecificheDettagli
FormaRotonda/Goccia
BilanciamentoMedio
Punto dolceAmpio
TelaioFibra di Carbonio/Vetro
NucleoEva Soft
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso350/370 gr.

La nostra opinione: Anche se molti affermano che sia più adatta a giocatori un po’ più esperti, abbiamo voluto inserire nella lista della racchette di padel per principianti anche questo modello per varie ragioni. Seguendo le caratteristiche che vi abbiamo descritto riteniamo che sia l’ideale per entrambi i livelli di gioco.

In particolare abbiamo apprezzato la solidità del telaio leggero e resistente nel tempo, quindi un investimento duraturo soprattutto per un principiante. Altro motivo per cui riteniamo che questa racchetta sia indicata anche a chi si avvicina al padel è per la sua maneggevolezza. Ottimo controllo e buona potenza determinate dalla gomma Eva soft del nucleo. Inoltre il suo punto dolce ampio perdona il giocatore di poca esperienza.

Infine grazie anche alla fibra di vetro sui piatti garantisce un’ottima uscita di palla senza impiegare troppa forza. Controllo e precisione sono sicuramente le qualità che contraddistinguono questa racchetta, per non parlare del prezzo veramente accessibile sia per un neofita sia per giocatori più avanzati che vogliono mettere in pratica nuovi colpi appresi durante le lezioni.

Adidas Drive 3.1

Senza dubbio è una delle migliori racchette di padel con cui un principiante può iniziare a giocare. La forma tonda e il bilanciamento basso sono caratteristiche ideali per un giocatore alle prime armi poiché il controllo sui colpi saranno al massimo livello.

Il telaio è in fibra di vetro: molto resistente quindi anche duraturo. il nucleo realizzato con gomma Eva soft performance, particolarmente morbida, garantisce un comfort di gioco molto elevato. I piatti realizzati in fibra di vetro, altro materiale morbido, sono ottimi per un buon ribalzo quando colpiamo la palla.

SpecificheDettagli
FormaRotonda
BilanciamentoBasso
Punto dolceAmpio
TelaioFibra di Vetro
NucleoEva Soft Performance
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso360/370 gr.

La nostra recensione: Come dicevamo è la miglior racchetta per iniziare a giocare a padel perché ha tutte le caratteristiche che una racchetta per principianti deve avere. Il controllo, soprattutto all’inizio, per chi non ha dimestichezza con questo sport è fondamentale. Ma la qualità dei materiali impiegati è elevata, in particolare è molto resistente grazie alla fibra di vetro con cui è costruito il telaio, quindi anche duratura nel tempo.

Il nostro parere è che questo modello riuscitissimo dell’adidas si presta anche a giocatori che finiscono la fase di apprendimento e avanzano di livello. Quindi vi accompagnerà per lungo tempo. La gomma del nucleo la eva soft garantisce non solo il controllo ma anche una buona potenza di colpi in fase d’attacco. Il prezzo è veramente molto accessibile il che ne fa un ottimo investimento. Forse noi siamo di parte affermando che “la prima pala non si scorda mai.”

Puoi trovare le racchette da padel per principianti anche sul sito padelnuestro a questo link.

Come scegliere una racchetta di padel per principianti

Quali sono gli elementi da prendere in considerazione per scegliere una racchetta di padel per principianti? Elenchiamo qui subito i quattro elementi principali che ci guideranno nella scelta di una racchetta adatta per chi inizia a giocare a padel.

  • Forma
  • Bilanciamento
  • Peso
  • Materiali

Non è un caso che il nostro elenco inizi dalla forma e finisca con i materiali, perché ogni singolo elemento è collegato tra loro. Infatti li analizzeremo seguendo questo filo logico e via via ne scopriremo anche altri.

La forma della racchetta è la base di una buona scelta

La prima cosa da sapere è che nel padel esistono tre tipi di racchette, diverse fra loro non solo nella forma ma anche nel bilanciamento elemento essenziale che ne determina la manovrabilità, controllo e potenza. Le tre forme di una racchetta di padel sono:

  1. Diamante
  2. Lacrima o Goccia
  3. Rotonda



le tre forme di una racchetta da padel, con il bilanciamento e il punto dolce.

Come potete vedere da questa immagine oltre a essere evidenziato il bilanciamento con una linea rossa è riportato anche il punto dolce, ovvero il punto esatto dove cercare l’impatto migliore con la palla.

La forma a Diamante

La caratteristica della forma a diamante è il bilanciamento verso l’estremità opposta al manico. Anche il punto dolce è posizionato sull’estremità più alta del piatto.

Con queste particolarità potremo sferrare colpi molto potenti rispetto alle altre racchette descritte in seguito.

Certamente è adatta per chi gioca d’attacco e cerca lo smash per il fuoricampo. Non consigliamo questo tipo di racchetta a giocatori poco esperti o poco allenati poiché potrebbe causare qualche fastidio al braccio.

Non a caso è consigliata per giocatori di livello avanzato e professionisti.

La forma a Lacrima

Le racchette con questa forma sono una via di mezzo tra quella a diamante vista prima e quella tonda che vedremo dopo.

Noterete il diverso bilanciamento posizionato quasi a metà racchetta. Il punto dolce è posizionato più verso l’alto. Il risultato è un buon compromesso tra potenza e controllo.

Consigliamo questa forma per un giocatore di livello intermedio o un principiante che vuole osare di più e sa che giocherà a padel frequentemente e vuole iniziare a provare alcuni colpi più avanzati.

La forma Rotonda

Questa è la forma più adatta per un principiante o per un giocatore occasionale che non ha molta esperienza. Il perché è molto semplice.

Noterete che il bilanciamento di questa racchetta è posizionato più in basso delle altre orientato più verso il manico che all’estremità superiore.

Questo assetto rende la racchetta molto maneggevole quindi garantisce maggior controllo e precisione nel colpire la palla, a discapito della potenza.

Scegliere il bilanciamento giusto è importante

Come dicevamo la forma e il bilanciamento di una racchetta da padel vanno di pari passo. È un elemento molto importante da considerare quando vogliamo acquistare una racchetta perché con un diverso bilanciamento avremo più o meno potenza o più o meno manovrabilità e controllo. Questo dipende anche dal grado di esperienza e allenamento di un giocatore. Riassumiamo e sintetizziamo di seguito le particolarità dei diversi bilanciamenti.

  • Bilanciamento alto: è sicuramente meno adatto ai principianti perché una racchetta con bilanciamento posizionato verso la punta sarà molto difficile da manovrare. Incontreremo più difficoltà nel colpire la palla in modo pulito, causando vibrazioni che con il tempo possono portare fastidiosi dolori al braccio. Consigliamo una racchetta con questo bilanciamento a giocatori un po’ più allenati, non certamente ai neofiti.
  • Bilanciamento al centro: ideale per quei giocatori un po’ più assidui che hanno maturato le basi e vogliono progredire provando nuovi colpi. Il bilanciamento posizionato a metà tra il manico e il piatto conferisce alla racchetta un buon compromesso tra Potenza e controllo.
  • Bilanciamento basso: è certamente quello più indicato per un giocatore alle prime armi perché il bilanciamento posizionato più verso il manico conferisce alla racchetta maggior controllo e giocabilità.
Dopo aver elencato quali sono le diverse forme e i diversi bilanciamenti di una racchetta da padel il consiglio che possiamo dare ai principianti è di scegliere una racchetta tonda con bilanciamento basso.

Qual è il peso giusto di una racchetta di padel?

Non è sempre facile capire quale sia il peso giusto di una racchetta di padel per un giocatore. Ribadiamo sempre il concetto che ognuno di noi è diverso, sia per conformazione fisica, per diversa struttura muscolare e stile di gioco. Quindi ciò che potrebbe essere adatto per qualcuno non lo sarà per qualcun altro. Tuttavia esistono delle linee guida dettate dall’esperienza e dal buon senso.

Il peso di una racchetta è dato dalla somma dei materiali con cui è costruita. Quindi il consiglio che possiamo dare a una persona che si avvicina al gioco del padel per la prima volta è quello di scegliere una racchetta né troppo pesante né troppo leggera.

Iniziare con una racchetta molto pesante risulterebbe difficile da gestire per tutto il tempo di una partita. Se poi la frequenza settimanale con cui giochiamo è alta e aggiungiamo anche il tempo per le lezioni, l’impresa può diventare veramente ardua.

D’altro canto se la racchetta è molto leggera sarà facile sbagliare molti colpi. Soprattutto all’inizio moderare la forza con cui colpiamo la palla sarà la prima difficoltà che incontreremo e andare fuori giri è l’errore più comune per un principiante. In più con una racchetta troppo leggera impiegheremo più forza per avere una migliore uscita di palla, e a lungo andare rischiamo di sovraccaricare troppo il braccio provocando in alcuni casi dolori molto fastidiosi come l’epicondilite.

Se vuoi approfndire questo argomento ti invitamo a leggere questo articolo dedicato a come evitare l’insorgenza della epicondilite.

Quindi in generale suggeriamo racchette del peso che varia dai 370/385 grammi per un giocatore uomo e i 355/370 grammi per una giocatrice donna. Ma anche qui la distinzione tra sessi è relativa, dipende molto dalla conformazione fisica e dal grado di tonicità muscolare del giocatore o della giocatrice.

Man mano che si progredisce nella tecnica e si rafforza la massa muscolare possiamo provare ad aumentare il peso e il bilanciamento, per avere più potenza in attacco, ma all’inizio controllo e maneggevolezza sono le prerogative che una racchetta di padel dovrebbe avere se destinata a un principiante.

Gomma Foam o Eva qual è la migliore?

Il nucleo in una racchetta di padel è costituito dalla gomma che ha un duplice compito, sia attutire le vibrazioni durante l’impatto con la palla sia di far rimbalzare bene la palla quando la colpiamo. Esistono due macro categorie di Gomme impiegate nella costruzione delle racchette di padel: la gomma Eva più dura e la Gomma foam più morbida, ma a loro volta hanno diversi gradi di rigidità e morbidezza.

La Gomma foam come dicevamo è una gomma meno rigida della Eva e questa sua caratteristica permette un diverso rimbalzo sulla palla. Infatti avremo più controllo con una gomma morbida, qualità che all’inizio consigliamo a un giocatore principiante.

La gomma Eva è più dura quindi la palla rimbalzerà di meno rispetto ad una gomma più morbida. Di conseguenza dovremmo colpire con maggiore forza la palla per ottenere un buon colpo. Per questo motivo non è consigliata a giocatori con una muscolatura poco allenata come può essere un principiante, ma al contrario è più adatta a giocatori più allenati ed esperti. Le racchette costruite con questa gomma hanno la caratteristica di avere una maggiore potenza.

Tuttavia, come dicevamo, per entrambe le gomme esistono diverse versioni più o meno rigide. Come la Gomma Eva soft o ultrasoft versione più morbida che si avvicina alla foam. Quindi anche alcune racchette con gomma Eva nelle versioni più morbide sono consigliate per un principiante. Dobbiamo anche dire che la gomma foam o in genere le gomme più morbide durano un po’ di meno rispetto alle gomme più dure.

Se vuoi approfondire questo argomento puoi leggere un articolo a questo link che tratta delle diverse gomme impiegate per costruire il nucleo di una racchetta da padel.

Fibra di verto o fibra di carbonio?

Entrambi i materiali sono molto utilizzati sia per costruire il telaio che per i piatti delle racchette di padel. Anche loro come le gomme hanno diverse caratteristiche vediamo quali.

Nel caso specifico della costruzione del telaio di una racchetta il discorso è un po’ più complesso perché di solito viene utilizzato il carbonio 100%. Altre volte il carbonio è rinforzato con fibra di vetro o viene realizzato solo con la fibra di carbonio.

Anche per i piatti vengono impiegati questi materiali per ottenere diversi risultati.

La fibra di vetro è più elastica e la pallina avrà un rimbalzo maggiore anche senza applicare troppa forza.

La fibra di carbonio è molto leggera ma meno resistente e anche più dura quindi per aver una buona uscita di palla bisognerà impiegare più forza.

Tuttavia esistono diversi gradi di durezza del carbonio infatti quando vediamo riportate queste sigle 1k 3k 12k 16k sono le varie miscele di carbonio che identificano un certo grado di durezza.

Se vuoi saperne di più puoi leggere questo articolo sui diversi materiali per costruire il telaio o i piatti di una racchetta di padel

Il consiglio per i principianti è quello di orientarsi più verso la fibra di vetro per le caratteristiche e le particolarità sopra accennate.

Conclusioni

Abbiamo visto quanto sia complessa la scelta di una racchetta e quante sono le variabili da considerare. Ecco perché qui cercheremo di riassumere tutti i concetti che abbiamo trattato. Però prima di farlo insistiamo sul concetto che non esiste una racchetta di padel migliore per principianti in assoluto. Quello che è importante e da tenere in considerazione è la nostra diversità di gioco, il diverso grado di allenamento e la diversa struttura fisica, o meglio uanto è allenato il nostro braccio. Detto questo riassumeremo i concetti espressi in precedenza indicando in linea di massima quali siano gli elementi da prendere in considerazione per scegliere una racchetta di padel adatta per un principiante.

SpecificheDettagli
QualitàManovrabilità e Controllo
FormaDiamante
BilanciamentoMedio (bilanciato)
Punto dolceAmpio
TelaioCarbonio
NucleoEva Soft bassa densità
PiattoFibra di vetro
Profilo38 mm
Peso360/370 gr.
ecco le specifiche che una racchetta di padel per principianti dovrebbe avere

In questa tabella abbiamo sintetizzato tutti gli argomenti trattati in questo articolo. A un principiante suggeriamo di scegliere una racchetta che abbia maggiore manovrabilità e controllo.

Questa particolarità le troviamo quindi in racchette di forma tonda o a goccia con bilanciamento verso il manico o al centro e non verso l’alto. Preferire una gomma morbida rispetto ad una dura.

Per il peso scegliere un range che va dai 350gr ai 370gr per non affaticare troppo il braccio. Una volta presa confidenza e magari anche qualche lezione pian piano vi suggeriremo anche di provare altri modelli di racchette di livello più avanzato.

Vi suggeriamo anche di vedere questo articolo sulle migliori racchette di padel in offerta. Un post sempre aggiornato con le migliori occasioni.

Infine se vostro figlio vuole iniziare a giocare a padel e non sapete quale sia la racchetta migliore per lui, potrete leggere lo speciale sulle racchette da padel per bambini a questo link.

Se vi è piaciuto e se vi va di raccontare la vostra esperienza vi invitiamo a commentare questo articolo qui di seguito.

PadelNews.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU. In qualità di Affiliato Amazon percepisce un guadagno dagli acquisti idonei.

Lascia un commento